Nessuna categoria

You are currently browsing the archive for the Nessuna categoria category.


Saranno tre gli incontri che coinvolgeranno il mondo del servizio civile all’interno del laboratorio comico di Ridi’n’Bergamo Quasi Show e che si terranno presso l’Auditorium di Bergamo in Piazza Libertà giovedì 7 e 21 aprile e 12 maggio alle ore 21.
Gli incontri sono promossi da Associazione Mosaico in collaborazione con Ridi’n’Bergamo quasi Show, e rientrano tra le iniziative del progetto “A scuola di servizio civile”, patrocinato da Regione Lombardia – Direzione Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale.
Gli spettacoli prevedono il susseguirsi di comici, acrobati, musicisti e ballerine che porteranno non solo la loro ilarità in performance innovative e accattivanti, ma soprattutto la loro testimonianza di vita e di impegno nel sociale.
E’ altresì previsto un sipario comico dedicato al servizio civile, finalizzato a promuovere tra i cittadini il Servizio Civile, che rappresenta la possibilità, per i giovani di età compresa fra 18 e 28 anni, di collaborare alla realizzazione di progetti della durata di 12 mesi attivati da enti pubblici e del privato sociale che prevedono un impegno di circa 30 ore settimanali e una spettanza di 434 euro.
“Il Servizio civile – sottolinea Claudio Di Blasi, Presidente di Associazione Mosaico – è di fondamentale importanza per la crescita dei giovani, perché costituisce un’esperienza professionalizzante per acquisire competenze nel campo sociale e perché rappresenta un ottimo collante tra mondo della scuola e del lavoro. La collaborazione con Regione Lombardia – Direzione Famiglia e Solidarietà Sociale – finanziatrice del progetto, è di fondamentale importanza e ci permette immettere un valore aggiunto alla causa del servizio civile regionale. Questo progetto – conclude Di Blasi – vuole essere un trampolino di lancio per la promozione del servizio civile usando una formula particolare la comicità al servizio del sociale.”
Al termine dello spettacolo, il pubblico potrà rivolgersi all’info point adiacente al palcoscenico del teatro per chiedere maggiori informazioni sul servizio civile, su chi può parteciparvi e sulle caratteristiche che lo contraddistinguono e che ne fanno un fiore all’occhiello della realtà italiana.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa è possibile contattare:
Associazione Mosaico, comunicazione@mosaico.org. Uff. 035 254140

Il Centro Studi Sereno Regis, nell’ambito delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, realizzerà il convegno nazionale “Non fare il soldato”, venerdì 1 aprile, a partire dalle ore 14.30, presso il Museo Diffuso della Resistenza, in Corso Valdocco 4/a, Torino.

 
 
 
 
Il convegno prevede una  rassegna degli studi sull’antimilitarismo e il rifiuto della coscrizione obbligatoria ripercorrendo le varie tappe nella storia d’Italia. Saranno ospiti e relatori alcuni noti studiosi di storia contemporanea (Nicola Labanca, Gianni Oliva, Giorgio Rochat), esperti del fenomeno dell’antimilitarismo (Paola Bianchi, Bruna Bianchi, Eros Francescangeli) e dell’obiezione di coscienza (Bruno Segre, Giovanni Salio) che tenteranno di fornire un quadro quantitativo generale facendo particolare riferimento ai rifiuti della leva. L’attenzione sarà rivolta ai comportamenti sociali così come alle più importanti teorizzazioni
 

Nei giorni scorsi abbiamo dato notizia della presentazione, da parte di circa 50 parlamentari del Partito Democratico, di una proposta di legge di riforma del servizio civile (a questo link).

Pubblichiamo in proposito un’analisi “semi seria, ma non troppo” (come scrive l’autore stesso) di questo testo, che ci ha fatto pervenire Claudio Di Blasi, Presidente di Associazione Mosaico.

A questo link il documento di Claudio Di Blasi

E’ disponibile sul sito della Campera dei Deputati il testo del disegno di legge presentato dall’on. Bressa Gianclaudio (PD), cofirmata da cinquantun parlamentari.

Vai al testo di legge

Il settimanale “Vita” in un articolo di Stefano Arduini raccoglie le opinioni positive di alcuni responsabili di enti di SC sul nuovo stanziamento deciso dal Governo di 24 mln di euro per il triennio 2011/13 che, aggiunto al risparmio di circa 3/4 mln di euro derivante dall’eliminazione dei rimborsi di vitto e alloggio dovuti agli enti, dovrebbe permettere l’avvio già con il bando progetti 2011 di 19.000 volontari, circa 2.500 in più di quanto previsto.

Vai all’articolo

« Articoli precedenti § Newer entries »