maggio 2012

You are currently browsing the monthly archive for maggio 2012.

CONVEGNO NAZIONALE

Esperienze di formazione, lavoro, cooperazione internazionale e Servizio civile

Mercoledì 23 maggio 2012

presso Comitato italiano UNICEF – Via Palestro, 68 (Roma)

leggi la locandina del programma

ROMA. Quali esperienze facilitare tra i giovani che tengano insieme l’esigenza di inclusione sociale e la ricerca di senso?

È il problema del momento in ragione della crisi economica mondiale che colpisce più duramente le giovani generazioni, fino negare loro il futuro.

Il servizio civile può svolgere il suo ruolo, ma è interessato da diversi anni a un forte ridimensionamento in termini di risorse e al momento rischia di scomparire. CESC Project, Ente di I classe accreditato presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile — Presidenza del Consiglio dei Ministri — al quale aderiscono oltre 40 organismi in Italia e all’estero (Università, Associazioni, Enti religiosi, Cooperative sociali, enti locali…), rivendica per il Servizio civile un maggiore sostegno economico da parte dello Stato e allo stesso tempo, in virtù della sua prolungata esperienza di coordinamento anche nell’ambito delle politiche giovanili, vuole continuare a progettare nuove opportunità per ragazzi e ragazze in vista di un ruolo attivo, visibile e consapevole nella società.

Il presente convegno, realizzato nell’ambito del progetto “RomaRio — Reti giovanili per nuove forme di sussidiarietà” cofinanziato dal Dipartimento della Gioventù, ha come obiettivo quello di offrire una panoramica delle esperienze realizzate dal CESC Project in collaborazione con i giovani.

Oltre a presentare i risultati e le innovazioni di dette esperienze si presenterà, complessivamente, un modello di intervento che favorisce il trasferimento metodologico e il confronto sulle buone pratiche, finalizzato all’implementazione dell’associazionismo e della partecipazione giovanile ad attività di volontariato, Servizio civile, formazione e cooperazione internazionale anche nella prospettiva di promuovere l’imprenditoria sociale dei giovani e, più in generale, di favorirne l’occupabilità.

Leggi il resto dell’articolo »

Lo scorso 18 aprile il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato la legge n. 7, recante “Misure per la crescita, lo sviluppo e l’occupazione” (potete trovare il testo della legge qui).

All’interno di questa legge, troviamo una parte che interessa i giovani e gli enti di Servizio civile.

Infatti l’articolo 5 recita:«La Regione […] riconosce valore di percorso di politica attiva del lavoro, ai fini della qualificazione professionale e dell’inserimento o reinserimento lavorativo, alle attività svolte dalla persona nell’ambito del Servizio civile regionale, anche in ambito ambientale, e dei lavori di pubblica utilità, le cui competenze acquisite sono certificabili ai sensi della vigente normativa regionale».

Leggi il resto dell’articolo »

Il progetto di legge sulla Leva civica presentato in Regione Lombardia dal gruppo della Lega Nord, primo firmatario il consigliere regionale Fabrizio Cecchetti, viene descritto in un articolo pubblicato dal settimanale «Vita», uno tra i maggiori magazine dedicati al mondo del no profit, come la transizione lombarda nell’epoca post–Servizio civile.

Diverse le novità rispetto al tradizionale Servizio civile, due su tutte: la Leva civica è rivolta ai giovani, dai 18 ai 32 anni (si amplia quindi la fascia d’età in cui sarà possibile usufruire di questa esperienza formativa in ambito sociale) e, non ultimo, è prevista la partecipazione di giovani stranieri ai progetti di cittadinanza attiva.

Per saperne di più, leggi l’articolo pubblicato sul numero di «Vita» del 27 aprile 2012 dal titolo «Arriva la leva civica. La Lombardia entra nell’era post–Servizio civile».